il mare che stavate cercando

Navigare in Croazia

Le norme per la nautica da diporto in Croazia

Per tutte le imbarcazioni, con esclusione di quelle a remi, di lunghezza superiore a 2,5 metri o con motore di potenza superiore a 5kW è obbligatorio pagare una tassa annuale denominata indennizzo per la sicurezza di navigazione ( ex vignetta).
Arrivando via mare, è necessario dirigersi alla Capitaneria di Porto più vicina per espletare le formalità doganali e pagare la tassa, mentre se si arriva via terra si può richiedere la ex vignetta in un qualsiasi ufficio marittimo, purché venga fatto prima di iniziare la navigazione.
Le pratiche burocratiche nel 2014 sono state notevolmente semplificate e non è piu necessario presentare  la lista dei passeggeri nella quale, con metodi di calcolo e coefficenti limitatori, dovevano risultare tutte le persone che durante l’anno avrebbero soggiornato sulla barca. Tale norma sembra aver raggiunto il suo scopo, cioè debellare il fenomeno dei charter non autorizzati, ed è stata, quindi, abolita.
Al momento della richiesta bisognerà presentare, in visione, la documentazione dell’imbarcazione, la patente nautica (se prevista) la polizza di assicurazione (per imbarcazioni con motori superiori a 15kW) e pagare l’indennizzo che viene calcolato in base alla lunghezza dell’imbarcazione (per una barca di 10m con un motore da 15 HP si pagano circa 51€, per una di 6m con motore da 40 HPcirca 40€).
Per le imbarcazioni superiori a 5m di lunghezza che offrono possibilità di pernottamento (letti o cuccette fisse) sarà necessaria la lista dei passeggeri a bordo e  pagare anche la tassa di soggiorno in misura forfettaria ( per una barca da 10m si paga da circa 27€, per 8 giorni fino a circa 147€ per un anno di permanenza). La tassa di soggiorno forfettaria viene riscossa dalle capitanerie insieme all’indennizzo.

Per un calcolo approssimativo del tributo per la sicurezza e della tassa di soggiorno si può usare questo Foglio Excel

Per condurre un’imbarcazione lunga più di 2,5 m o con un motore di potenza maggiore di 4kW è indispensabile la patente nautica. Sono riconosciute e valide le patenti rilasciate dai paesi europei ma è possibile, per chi ne sia sfornito, seguire un mini corso, al termine del quale è previsto un esame, presso una Capitaneria Croata. Il costo si aggira intorno ai 150€ – 250€ e a volte gli esaminatori sono piuttosto severi. La patente nautica Croata, rilasciata a cittadini italiani, non è riconosciuta valida dalle nostre autorità marittime per la conduzione di imbarcazioni da diporto.

Per maggiori informazioni sulla normativa Croata per la nautica potete scrivere a: strane-jahte@pomorstvo.hr

Per le previsioni del tempo per i naviganti potete consultare il bollettino del Centro Marittimo Meteorologico di Spalato pubblicato anche in italiano, inglese e tedesco.

Per chi vuole arrivare a Rab direttamente via mare con la propria imbarcazione ricordiamo che la Croazia è un paese non-Schengen e quindi, in base al nuovo nuovo regolamento anti-terrorismo approvato dall’Unione Europea il 15 marzo 2017, prima della partenza dal porto italiano è necessario presentare alle autorità di polizia la dichiarazione di uscita verso un paese non facente parte dell’area Schengen. Sono stati segnalati casi di diportisti, che non avevano  presentato la dichiarazione, multati al loro ritorno in Italia.

Fax-simile del modello di dichiarazione di uscita/ingresso utilizzato dai Carabinieri di Grado (GO)


Porti turistici nell’isola di Rab

ACI Marina Rab (44°45,4’ N 14°46,0’ E)

Navigare in Croazia: ACI Marina Rab - Il molo frangiflutti © P.L. PaoliniL’ACI marina Rab (VHF Canale 17 – email) si trova all’interno del porto della cittadina di Rab, immediatamente dietro il molo frangiflutti.
Dispone di 142 ormeggi in banchina, tutti dotati di acqua e di corrente elettrica.
Sono disponibili i seguenti servizi: cambiavalute, bar, servizi igienici (WC con docce), negozio di generi alimentari, assistenza tecnica, scivolo e distributore per tutti i tipi di carburante. Carta nautica del Marina
Il Marina è aperto dal 1 aprile al 1 novembre.
Il costo giornaliero per l’ormeggio di una barca da 10m varia tra 54€ e 62€.

Navigare in Croazia: ACI Marina Rab - Le banchine © P.L. PaoliniDal mare, la città è facilmente riconoscibile dai quattro campanili. Per entrare nel porto si passa tra il fanale di capo Frkanj e l’omonima secca, segnalata da una meda su una base di cemento. Entrando nel porto è consigliabile tenersi vicino al fanale rosso di capo Sv. Ante, a causa della presenza di secche nelle vicinanze dell’isolotto di Tunera. Nel canale d’accesso al porto la velocità massima consentita è di 3 nodi. Scirocco e Bora si sentono bene in porto. L’estate è difficile trovare posto; qualche ormeggio alternativo si può trovare nell’area di Banjol e Barbat nel braccio di mare delimitato dall’isola Dolin


ACI marina Supetarska Draga (44°48,2’ N 14°43,8’ E)

Navigare in Croazia: Supetarska Draga - La baia © P.L. PaoliniL’ACI marina Supetarska Draga (VHF Canale 17 – email) è situato nell’omonima baia.
Dispone di 328 ormeggi in mare, dotati di acqua e di corrente elettrica, e di 53 posti barca a terra.
Sono disponibili i seguenti servizi: cambiavalute, ristorante, servizi igienici (WC e docce), negozio di generi alimentari, assistenza tecnica, gru da 10 ton e scivolo. Carta nautica del Marina
Il Marina è aperto tutto l’anno
Il costo giornaliero per l’ormeggio di una barca da 10m va da 28€ a 46€.

Navigare in Croazia: Supetarska draga - L'isolotto Maman © P.L. Paolini
Utili per l’avvicinamento sono il fanale di capo Sorinj e quello di capo Kalifront. Il Marina si trova proprio in fondo all’insenatura ed è protetto da un molo frangiflutti di 200 metri, provvisto di un fanale rosso sulla testata. Gli ancoraggi nella baia sono esposti sia alla Bora che allo Scirocco, meglio ridossarsi nell’area dell’isolotto di Maman, prestando attenzione ai bassi fondali presenti. Altri ancoraggi possibile ed anche qualche moletto per l’ormeggio nella zona di Kamporska Draga.

 

Pubblicazioni utili per navigare nelle acque della Croazia

 

Navigare in Croazia Slovenia Montenegro AlbaniaCroazia, Slovenia, Montenegro, Albania

Questo volume descrive in dettaglio il lato orientale dell’Adriatico che si snoda lungo le coste della Dalmazia – costituita da Slovenia, Croazia, Montenegro – e dell’Albania. Giunto alla terza edizione, si conferma un ottimo portolano soprattutto per chi non conosce questa area di navigazione; infatti, oltre alle informazioni generali – che riportano meteorologia, notizie ambientali, di sicurezza, normative sulla navigazione – viene descritto ogni singolo approdo, porto e ancoraggio con il relativo piano, foto, servizi e contatti, laddove disponibili. In questo modo il diportista dispone degli strumenti necessari per pianificare in tutta sicurezza la propria crociera…   Edizioni il Frangente

 

Portolano Croazia Slovenia Montenegro Albania

Croazia e Slovenia – da Koper a Split

Con questo volume, che descrive le coste e isole, con relativi approdi, dell’Adriatico orientale, gli autori propongono una nuova formula di guida nautica, il “portolano cartografico”, basato su informazioni di testo più schematiche per dare ampio spazio alla raffigurazione cartografica dell’area di navigazione. Il volume è costituito da un’introduzione generale a cui seguono 57 carte nautiche a colori in scala 1:80.000 in cui si riportano 350 piani nautici dettagliati di porti naturali, marina e ancoraggi… Edizioni il Frangente

 

 

Print Friendly