Menu
Categories
 
COVID-19

Per cercare di garantire degli spostamenti sicuri tutte le nazioni hanno messo in opera alcune procedure per l’ingresso delle persone nei loro territori. Vediamo le nuove norme per la Croazia e la Slovenia.

confine croazia

Ingresso in territorio Croato

Con le misure in vigore fino al 31 luglio 2021, le Autorità croate hanno disposto le seguenti limitazioni relative all’ingresso in Croazia:
1)  Le persone provenienti direttamente dai Paesi e/o Regioni dell’Unione Europea, Paesi e/o Regioni dell’area Schengen e Paesi associati all’area Schengen  possono entrare in Croazia se sono in possesso di un valido certificato digitale UE COVID (GreenPass) in alternativa tampone negativo PCR (72 ore) o Antigenico (48 ore), certificato di vaccinazione, certificazione di malattia superata oppure tampone all’arrivo con auto isolamento fino all’esito negativo.
(Fonte: ambasciata italiana a Zagabria)

Ingresso in territorio Sloveno

Dal 15 luglio può entrare in Slovenia senza essere messi in quarantena domiciliare chi presenta un risultato negativo del test PCR o del test HAG, un certificato di guarigione, un certificato di vaccinazione, un certificato di vaccinazione per chi è guarito o il GreenPass. Non sarà disposta la quarantena e  non sarà richiesto un risultato negativo del test molecolare PCR  per chi transita attraverso la Repubblica di Slovenia e la lascia entro 12 ore dall’ingresso.
(fonte: Portale GOV.SI)

Rientro in Italia

Necessaria certificazione di vaccinazione, tampone negativo ( entro 48 ore) o avvenuta guarigione oppure Green Pass. Accettati certificati in italiano, inglese, francese o spagnolo.

Ai sensi dell’Ordinanza del Ministro della Salute del 14 maggio 2021, a partire dal 24 maggio 2021, chiunque faccia ingresso in Italia per una qualsiasi durata di tempo, a bordo di qualunque mezzo di trasporto, prima del proprio ingresso nel territorio nazionale, è tenuto a compilare il Passenger Locator Form in formato digitale accessibile al seguente link: https://app.euplf.eu.

La certificazione non è richiesta in caso di rientro nel territorio nazionale a seguito di permanenza di durata non superiore a 48 ore in località estere situate a distanza non superiore a 60 km dal luogo di residenza, domicilio o abitazione. In queso caso,  purchè lo spostamento avvenga con mezzo privato, non è necessaria la compilazione del Passenger Locator Form

(Fonte: ambasciata italiana a Zagabria)

Dal 1 luglio 2021 è entrato in vigore l’EU digital COVID certificate (GREEN PASS)

 

Altre informazioni

Prima dell’arrivo è necessario collegarsi al sito https://entercroatia.mup.hr e compilare il modulo con tutti i dati richiesti. Dopo aver inviato il modulo, riceverete un certificato da esporre sul parabrezza dell’auto all’attraversamento del confine.

Nel territorio croato sono 78 le isole più grandi ma se contiamo anche gli isolotti più o meno estesi arriviamo ad oltre 1.200 località che attirano circa il 25% dei turisti che visitano il paese.
E proprio per l’importanza che hanno nell’economia turistica del paese la Croazia si sta attrezzando per creare le cosidette isole Covid-Free. In effetti, fino ad ora, le statistiche sanitarie delle isole erano inglobate a quelle della Regione di appartenenza, ora invece sul sito www.safestayincroatia.hr oltre alle informazioni sulla situazione epidemiologica generale delle Regioni, i turisti potranno avere accesso anche alle informazioni relative alle singole isole ed anche altre utili informazione come ad esempio dove poter eseguire i tamponi. Per la verità bisogna dire che, almeno per ora, il sito è solamenete una vetrina dove vengono genericamente specificate le varie norme utilizzate per garantire la sicurezza nei vari luoghi senza indicazioni puntuali precise.

safe in croatia
Comunque alle attività commerciali si registrano nel sistema e garantiscono il rispetto e l’applicazione delle raccomandazioni attuali in materia di salute e sicurezza dell’Istituto Nazionale di Sanità Pubblica, viene rilasciato il marchio Safe stay in Croatia insieme a quello del WTTC  Safe travels. Ispezioni del Ministero del Turismo, delle associazioni professionali ed eventuali commenti dei visitatori inviati alla mail prijave.safestay@mints.hr dovrebbero garatire il rispetto delle norme.

Per quanto riguarda le attività turistiche praticamente sono tutte in funzione anche se con limitazioni di orari, di accessi e con particolari disposizioni per evitare i contagi. Le regole principali sono l’uso di mascherine al chiuso e in situazioni dove non e possibile mantenere il distanziamento sociale, il distanziameto sociale, la pulizia delle mani, ingressi scaglionati o ridotti. Sono comunque in funzione hotel, ristoranti, bar, zoo, musei, terme, spiagge e  parchi naturali. Per alcuni accessi potrebbe essere necessario il Green Pass.

PER CONOSCERE LA SITUAZIONE COVID-19 LOCALE SULL’ISOLA DI RAB E SULLE ALTRE ZONE DELLA CROAZIA: CROAZIACOVID19

Le indicazioni su dove effettuare i tamponi nell’isola di Rab sono nella pagina Notizie pratiche/ Numeri utili

(ultimo aggiornamento 15/07/2021)

 

Le ultime notizie dai siti ufficiali di Italia, Slovenia e Croazia. 

ITALIA:  Sito Viaggiare Sicuri: SloveniaCroazia

SLOVENIA: Portale GOV.SI – SARS-CoV-2Attraversamento dei confini

CROAZIA: KORONAVIRUS.HRRecommendations and instructions for crossing the state border (inglese)

                   Ente del turismo del QuarneroAggiornamenti COVID-19 (italiano)

 

Print Friendly, PDF & Email
*